Binance ha ordinato di interrompere l’offerta di prodotti derivati in Brasile

Binance ha ordinato di interrompere l’offerta di prodotti derivati in Brasile

L’espansione dei derivati crittografici Binance in Brasile ha subito un duro colpo a seguito di un divieto emesso dalle autorità di regolamentazione finanziaria del paese.

Il CVM del Brasile dice no al trading di Futures Binance

In una dichiarazione rilasciata lunedì, la Comissão de Valores Mobiliários (CVM) – l’autorità di regolamentazione dei titoli brasiliana – ha annunciato il divieto di trading di derivati crittografici Binance nel paese. Secondo il CVM, Binance non è autorizzato ad offrire trading di titoli in Brasile.

Per il CVM, i derivati crittografici costituiscono un’offerta di titoli indipendentemente dal fatto che l’attività sottostante come Bitcoin System non sia un titolo. A seguito della dichiarazione, Binance deve cessare di fornire prodotti derivati di cripto-valuta ai residenti in Brasile o affrontare multe giornaliere dell’equivalente di $186 (o 1.000 Real brasiliani).

Il divieto di trading dei derivati crittografici di Binance è solo l’ultimo di una serie di politiche anti-crpto in Brasile. Come accade in molti paesi dell’America Latina, gli scambi di cripto-valuta stanno incontrando difficoltà nell’ottenere servizi bancari in Brasile.

Piattaforme come Latoex, Acesso Bitcoin e Xdex hanno interrotto le loro operazioni nel paese all’inizio dell’anno. Prima di annunciare la chiusura della sua attività, Xdex era una delle più grandi borse valori crittografiche in Brasile.

Le difficoltà incontrate dagli operatori della scena criptica brasiliana sono arrivate in assenza di una regolamentazione specifica. Già a febbraio, l’organismo fiscale del paese ha imposto a tutte le società che trattano valute criptate di segnalare le loro transazioni o di dover affrontare delle multe.

Quando CryptoPotato ha contattato Binance, ha risposto che „al momento non ci sono commenti“.

I criptoderivati che guadagnano sul mercato

Binance è attualmente la terza borsa dei futures Bitcoin con un volume medio giornaliero di scambi di oltre 2 miliardi di dollari. BitMEX, che era la principale scena dei derivati crittografici, ha visto il suo predominio scomparire negli ultimi mesi con Huobi e OKEx in testa al mercato.

La crescita della scena dei derivati crittografici sta vedendo il segmento di mercato rappresentare una parte significativa del volume totale di trading di cripto-valuta. Come precedentemente riportato da CryptoPotato, il trading di derivati crittografici nel primo trimestre del 2020 è stato a nord di 2.000 miliardi di dollari, un importo di quasi il 25% del totale di trading di criptovaluta da 8,8 T$ registrato durante il periodo. Il Q2 appare sulla buona strada per superare questo record con il volume di maggio che ha raggiunto i 602 miliardi di dollari.

Con la massiccia crescita del mercato dei derivati crittografici è arrivata la richiesta di robuste regolamentazioni da diversi trimestri. All’inizio dell’anno, Heath Tarbert, presidente della U.S. Commodity Futures Commission (CFTC), ha dichiarato la necessità di ulteriori regolamenti sui derivati di cripto-valuta.